Teatro opportunità di vivere se stessi

A cura di Francesca Massa 

Promuovere attività di teatro significa offrire ai bambini e ai ragazzi quella preziosa opportunità di vivere se stessi. Uno degli aspetti più educativi, nella didattica del laboratorio teatrale, è il gioco di squadra la capacità di lavorare insieme agli altri, di interagire con i propri coetanei e di misurarsi con le diverse abilità di ognuno.

L'associazione Genitori del sud con la cooperazione della maestra Antonietta Rimoli, nella sua sede Corso Umberto I a Cimitile nel 2015 ha avviato un'attività laboratoriale di teatro proprio per aiutare i bambini e ragazzi a conoscere e ad avvicinarsi a teatro. 
Ogni fine attività termine con uno spettacolo, che la maestra Rimoli, con amore prepara con i suoi allievi, i quali durante questo percorso diventano piccoli attori e nell'evento finale sono pronti a recitare. L'evento teatrale della prima edizione è stata svolta nelle basiliche paleocristiane di Cimitile durante il "Premio Cimitile"
il secondo evento è stato fatto a teatro “Nadur” di Cicciano dove i piccoli attori per la prima volta hanno recitato sul palco di un teatro conoscendo così anche lo struttura le quinte il palco la platea la galleria le luci eccetera.

Io sono diventato la responsabile di questo laboratorio teatrale per caso della seconda edizione di Tanto per pazzià, sono una di quelle persone che era lontano da questa arte ma guardando questi bambini e ragazzi con quanto amore impegno ed entusiasmo imparano le parti si divertono e recitano ho incominciato ad appassionarmi alla recitazione e ho deciso di continuare anche nella terza edizione.

Commenti

Post più popolari